Bonus e agevolazioni: come orientarsi prima e durante l’acquisto di un immobile

Comprare casa: cosa bisogna sapere prima dell’acquisto

L’acquisto di una casa è il sogno di moltissime persone che si ritrovano alla continua ricerca della propria indipendenza o di un luogo nel quale costruire la propria famiglia.

Stiamo dunque parlando di un investimento davvero importante che deve essere valutato con moltissima attenzione. Come brevemente accennato nella nostra introduzione, sono presenti numerosi aspetti da considerare prima di dare il via all’acquisto vero e proprio. Infatti, non sarà sufficiente selezionare solamente l’immobile più adatto a soddisfare ogni esigenza, al contrario sarà fondamentale valutare in modo attento e approfondito tutte le eventuali situazioni che potrebbero comportare errori che non dovrebbero essere sottovalutati. Dunque, innanzitutto è necessario valutare l’aspetto economico-finanziario. Proprio per questo è importante procedere a un’analisi concreta delle proprie disponibilità economiche, in modo tale da delineare il budget spendibile e andando a stabilire un criterio preciso per effettuare una prima scrematura tra le numerose proposte immobiliari.

Tuttavia, per stabilire il tetto massimo di spesa è importante comprendere se si desidera acquistare un immobile nuovo, uno ristrutturato recentemente o, al contrario, una casa da ristrutturare. Tant’è che da questa scelta dipenderanno le future decisioni relative all’ammontare dell’importo da investire durante l’acquisto.


Valuta il tuo immobile


Le fasi che compongono il processo di compravendita


Nel caso in cui non emergano problematiche di sorta durante la verifica dell’immobile è possibile procedere avanzando la propria proposta d’acquisto al venditore.Solitamente, durante l’offerta iniziale è possibile trattare leggermente sul prezzo di vendita, tuttavia è bene prestare attenzione a non scendere esageratamente con il prezzo.La precedentemente citata proposta d’acquisto ha una validità ufficiale e una propria scadenza che di solito è prefissata a 7 oppure a 15 giorni. Entro questi termini il proprietario dovrà accettare o declinare l’offerta ricevuta. Inoltre, tramite la suddetta proposta, il compratore predispone nei confronti del venditore una somma a titolo di caparra. Nel caso in cui l’acquirente cambiasse idea, abbandonando l’acquisto dell’immobile successivamente all’accettazione della proposta, la caparra depositata andrebbe inesorabilmente persa.

Viceversa, qualora fosse il proprietario della casa a ritornare sui propri passi in un momento successivo alla firma, dovrà restituire al potenziale acquirente una cifra pari al doppio della caparra versata.

Per procedere con l’ufficializzazione delle pratiche dedicate alla compravendita immobiliare, sarà indispensabile sottoscrivere il cosiddetto compromesso, o contratto preliminare. Con questo documento, le due parti in causa si impegnano ufficialmente a stipulare un contratto di compravendita al fine di completare correttamente l’intera operazione. Così facendo, l’acquirente potrà essere sicuro che il proprietario non possa avere ripensamenti e potrà dunque cercare e selezionare un mutuo che risponda alle proprie esigenze, in modo da assicurarsi a tutti gli effetti l’immobile scelto.Chiaramente, l’ammontare della caparra versata verrà sottratto al prezzo finale di vendita della casa, che dovrà essere interamente saldato al proprietario durante il rogito.

Questa pratica, detta rogito notarile, è fondamentale poiché prevede l’intervento di un professionista in grado di procedere con le dovute verifiche relative alla documentazione dell’immobile, in modo tale che la compravendita possa avvenire rispettando quanto stabilito dalla legge.In ogni caso, nonostante il notaio rappresenti una tutela aggiuntiva dei propri diritti, esso comporterà un esborso variabile in base all’immobile e all’intera situazione. È bene sottolineare, inoltre, che il rogito notarile risulterà meno costoso nel caso in cui il compratore si stia accingendo ad acquistare la prima casa, per la quale sono previsti dedicati sgravi fiscali.


Acquisto prima casa: le agevolazioni fiscali previste


Il nostro Paese predispone alcune agevolazioni fiscali dedicate a tutti coloro che si apprestano ad avviare un mutuo prima casa per l’acquisto di un immobile.Ciononostante, per beneficiare delle suddette agevolazioni, è fondamentale che la casa oggetto di compravendita sia situata nel medesimo luogo nel quale il compratore possiede la propria residenza. In caso contrario, l’acquirente finale disporrà di 18 mesi per procedere con lo spostamento della propria residenza nel luogo dove si trova il bene immobile.Oltretutto, un secondo requisito che deve essere rispettato per poter avere accesso alle agevolazioni è quello di non avere alcun diritto su altri immobili in tutto il territorio italiano.Regola valida anche per l’eventuale coniuge. Ma da cosa sono rappresentate le agevolazioni fiscali di cui è possibile beneficiare?È bene essere a conoscenza del fatto che chiunque acquisti una prima casa da un venditore privato potrà avere accesso a una riduzione sull’imposta di registro proporzionale. Diversamente, per chi acquista casa tramite un’azienda soggetta a IVA, quest’ultima subirà una riduzione arrivando al 4%. Un risparmio notevole rispetto al classico 10%.Per quanto riguarda gli acquirenti di età inferiore ai 36 anni che si apprestano ad acquistare la prima abitazione, è bene sapere che saranno previsti ulteriori vantaggi. Infatti, nel caso in cui l’acquisto avvenga tramite un soggetto privato, i giovani compratori non saranno soggetti al versamento di alcuna imposta.Invece, acquistando da un’azienda soggetta al pagamento dell’IVA, le agevolazioni dedicate agli under 36 prevedono un credito di imposta dal valore pari all’IVA versata durante l’acquisto dell’immobile. Tale beneficio potrà essere sfruttato in modo tale da compensare le ulteriori imposte sui redditi, di registro e catastali.Infine, è importante ricordare che per avere accesso alle suddette agevolazioni fiscali, i soggetti di età inferiore ai 36 anni dovranno avere un ISEE inferiore ai 40.000 euro. Al contrario non sarà possibile usufruire di alcuno sgravio fiscale.

Dove siamo

Milan

Glorious Crew srl

Corso Magenta,31
20123 Milan - Italy
Tel: 02 36755850

milan@gloriouscrew.com
www.gloriouscrew.com

London

Glorious Crew ltd

Kemp House 152-160 City Road
London Ec1V 2NX, United Kingdom

london@gloriouscrew.com
www.gloriouscrew.com

Richiedi valutazione immobile

INVIA MESSAGGIO